Siamo tutte inguaribili Yellow Girls.
principesse moderne
Be YellowTempo libero

M in the jungle: le principesse moderne

E se le principesse Disney vivessero nel 2017, cosa ne sarebbe della loro vita perfetta? Lavoratrici autonome oppure casalinghe disperate? Fantastichiamo in giallo insieme!

Siamo cresciute tutte in compagnia delle Principesse Disney che ci hanno, in parte, rovinato la vita. Grazie a loro eravamo convinte che, una volta cresciute, avremmo avuto anche noi fluenti capelli biondi, ovviamente sempre lisci (anche durante il giorno più piovoso ed umido dell’anno), oppure chiome nero corvino lucido, senza neanche l’ombra di un capello bianco. E poi avremmo indossato anche noi vestitini stile Dior Alta Moda, con cui sarebbe stato facile fare qualsiasi lavoro domestico, tacchi vertiginosi con cui camminare senza fatica e saremmo state sempre meravigliosamente truccate.

Non dimentichiamoci l’allegria sul loro volto: credo che alle Principesse fosse stato tolto per sempre il ciclo mestruale. La cosa più triste, dopo aver creduto di diventare modelle perfette, era la convinzione che saremmo state salvate da lui: Azzurro. Uomo di altezza perfetta, con le fattezze di Brad Pitt o di Luca Argentero: gentile, ricco, premuroso, perfetto, gran lavoratore e sempre presente.

Le principesse moderne: come vivrebbero nel 2017?

Ora, alla soglia dei 37 anni (la mia soglia, specifichiamo), proviamo a svegliarci e ad immaginare le nostre principesse nel mondo reale, quello nella quale camminiamo ogni giorno. Prendiamone tre a caso.

Cenerentola.
La ricordiamo come la biondina perfetta, sempre alla moda, che passava dall’outfit HM a quello di Versace, senza mai una sbavatura di mascara e senza che le sue Manolo le facessero male, ma come vivrebbe oggi? Dopo aver capito che la famiglia allargata le sarebbe andata stretta, prende tutti i soldi lasciati dalla madre defunta e si trasferisce in un loft con altri inquilini. Comincia a lavorare in qualche ristorante come cameriera, per poi diventare a tempo perso una fashion blogger: in poco tempo il suo blog viene seguito da tante ragazze e cominciano a piovere richieste. La bella Cenerentola diventa famosa a colpi di click e gira il mondo “senza mai fermarsi”. Per quando riguarda il Principe Azzurro, non avendo trovato la scarpetta la contatta direttamente… su Twitter!

Biancaneve.
Dopo aver lasciato il lavoro di badante dei sette nani, va a far visita alla strega cattiva dandole un pugno in faccia e lasciandola stesa sul pavimento. Si trasferisce in città, dove viene assunta come commessa in un centro estetico. Una ragazza alta, carina, capelli nero corvino sempre lisci e ben pettinati, fisico morbido non vuole fermarsi a fare l’estetista. Così, preso il giusto coraggio, contatta Uomini e donne per fare la corteggiatrice del primo tronista (Azzurro) di turno. Il principe Azzurro è colpito da Biancaneve, dai suoi occhi magnetici di lei e i suoi tatuaggi, sparsi per tutto il corpo. Lei non si è innamorata di Azzurro, però viene scelta e portata via. Grazie a questo ora vanta una carriera come modella ed è richiesta dai migliori stilisti.

Belle.
Non trovando lavoro, in tempi di crisi, si accontenta di andare a fare la cameriera a casa di una specie di “mostro” in giacca e cravatta. Una ragazza dolce, carina e sempre all’ultima moda, soprattutto per quanto riguarda la nail art, non si ferma troppo a casa di quello. Si licenzia “perché i lavori domestici non rendono alla mia immagine e mi rovinano le unghie”. Così facendo, non scopre mai che sotto la maschera del mostro si nascondeva in realtà un Bradley Cooper. Comincia a fare un corso di make-up artist e si “vende” su You Tube: fino ad avere tante di quelle visualizzazioni da poter vantare un programma tutto suo su Real Time.

Siamo tutte principesse moderne in the jungle

Tutto questo per dire che, in tutte le favole, le principesse aspettano un principe che le salvi e continui a farlo per tutta la vita. Sarebbe bello sì, ma noi principesse moderne non possiamo permetterci di aspettare di essere salvate. Dobbiamo svegliarci da sole, rimetterci ai piedi le nostre Jimmy Choo e cavalcare la passerella della vita. Se poi un Azzurro si presenterà alla nostra porta, ci toccherà svegliarlo, salvarlo e prenderci cura di lui.
E alla fine, come in tutte le favole, vivremo felici e contenti. Forse…

This article has 1 comment

  1. Pingback: Nuovo Articolo per @yellowgirls – Diario di Morgana

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *