Siamo tutte inguaribili Yellow Girls.
come recuperare le foto cancellate
Tech & AppTempo libero

Come recuperare le foto cancellate dallo smartphone

Sarà capito a tutte le yellow girls, almeno una volta nella vita, di eliminare dei file per sbaglio. Magari una serata un po’ storta, una vena malinconica ed il disastro è servito. E adesso? Sono eliminate per sempre?

Posso recuperare le foto cancellate per sbaglio?

Urla e lacrime non servono, anzi peggiorano solo la situazione, la vera yellow girl affronta il problema di petto e non si dà mai per vinta. Bene, abbiamo commesso una piccola svista, ci eravamo fatte prendere la mano e abbiamo cliccato qualche volta in più del dovuto. Ora ci troviamo con megabyte di fotografie latitanti e nessuna idea di come fare, senza cercare in chissà quale tutorial per nerd, ecco qualche yellow tips da poter seguire.

Hai un dispositivo Android? Abbiamo l’app perfetta da scaricare.

Prima di tutto, per poter avere la certezza di riuscire a ripescare le foto, se non tutte magari la maggioranza, devi evitare di sovrascrivere lo spazio virtuale che era stato precedentemente occupato dai file adesso mancanti. Che significa in poche parole? Dopo aver cancellato le fotografie, non farne di nuove e non salvare nuove immagini magari da qualche social. Ferma la tua vena artistica e passa subito a questa sezione. Molte app richiedono una conoscenza da smanettoni di livello medio-alto, per questo motivo ti proponiamo un procedimento, come dire, più nelle corde di tutte.

L’app che fa al caso tuo è DiskDigger. Ho conosciuto quest’applicazione per caso, o meglio, durante una di quelle sere in cui ti perdi tra le foto (remotissime) del tuo smartphone e, per la smania di liberare un po’ di spazio (dentro il cellulare e dentro i miei pensieri), ho schiacciato qualcosa di troppo, perdendo, in un istante, più di un gigabyte di immagini. Sì, non ho sbagliato il conteggio, ho cancellato oltre 1000 foto, tra screenshot, selfie e immagini prese dai social. La mia prima reazione è stata di stupore misto a shock. Poi ho pensato che google potesse venirmi in soccorso e intanto ho interpellato amici programmatori. Era sera, la gente dormiva o guardava Gomorra, i forum erano scritti in un linguaggio che afferravo poco. Proprio quando iniziavo a perdere la speranza e tentare il giorno dopo, magari riposata e ricaricata, spunta lui. Lui chi? Si dice il peccato ma non il peccatore, posso dirvi che il suo consiglio è stato più che apprezzato. Il problema è stato risolto ed ho avuto anche un drink gratis.

Ma torniamo al punto focale, recuperare le foto eliminate. Scarica dal play store “DiskDigger”. Una volta installato, lancia l’app ed avviala. Ci sono due tipi di versioni, una base e gratuita ed un’altra che costa 2,22 euro. Cosa cambia? La prima ti permette di ritrovare le foto con estensione JPG e PNG e video in MP4, M4Ve MOV, l’altra ti fa ripristinare anche immagini RAW, zip, documenti vari, PDF e persino applicazioni APK. Dopo pochi passaggi l’app ti chiederà di scegliere se fare upgrade alla versione a pagamento, clicca no e scegli da dove recuperare le immagini. Avvia lo scan ed aspetta che l’analisi del dispositivo sia conclusa. A questo punto avrai a tua disposizione una serie di file ritrovati, puoi scegliere quali desideri ripristinare oppure selezionarli tutti e poi salvarli. DiskDigger ti permette di scegliere tra 3 destinazioni finali, quella consigliata dal programma è verso un sistema esterno come Google Drive, io ti consiglio di metterle in qualche cartella locale.

Io ho recuperato anche troppe immagini cancellate. Alcune sono state definitivamente (almeno credo) eliminate all’istante, altre, forse, le terrò fino alla prossima serata in solitaria. Un consiglio da yellow girl: quando ti senti malinconica butta via il telefono e fai due chiacchiere con un’amica davanti un caffè. Oppure fatti offrire un drink dall’amico ingegnere sempre pronto ad aiutarti.

 

Yellow Girls è molto più di un blog di notizie e di articoli, è una community, è un’identità, è un stile di vita.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *