Siamo tutte inguaribili Yellow Girls.
casatiello vegan
CucinaRicette

Casatiello: il vegan della tradizione

Arriva la pasqua. Tradizioni, tavolate, piatti tipici… ma come rispettare le usanze rimanendo fedeli all’etica (e magari anche alla linea)?

Da brava yellow-veg-girls ho la risposta a questo irrimandabile quesito. Tutto può essere preparato in chiave veg e per dimostrarvelo ho deciso di partire dall’antivegano per antonomasia tra i piatti tipici pasquali: il casatiello! O tortano, come preferite.

Preparazione ricca di strutto, salumi, formaggi e uova… decisamente non vegano. Sarà davvero questa insormontabile sfida riuscire a veganizzarlo? Non credo proprio!

Ho pronta per voi una ricetta semplice e veloce, adatta anche a chi con i fornelli non fa altro che litigare!

Il casatiello vegan friendly!

Ingredienti:

Per l’impasto:

  • 400 gr di farina integrale
  • 150/200 gr di farina di farro o di farina tipo ”00”
  • 4/5 cucchiai di lievito madre o in alternativa 25 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • Sale q.b.
  • Pepe nero macinato q.b.
  • 350/400 ml di acqua tiepida
  • Formaggio di riso/soia grattugiato q.b.

Per la farcitura:

  • 150 gr di wrustel  di soia
  • 150 gr di wrustel di farro e/o alle verdure
  • 200 gr di affettati vegani a scelta
  • 150 gr di formaggio di riso affumicato
  • 100 gr di tofu marinato (o da marinare)
  • 100 gr di mozzarella di riso
  • 100 gr di tofu affumicato

Yellow Tips

Mi raccomando, non siate troppo rigide sulle quantità della farcitura, è importante che siano abbondanti in modo da avere un impasto bello ricco!

Per quanto riguarda gli ingredienti affumicati, per praticità io li ho acquistati già così, mentre la marinatura vi dirò io come farla.

Il lievito madre potete farlo in casa aggiungendo, ad un impasto lento di acqua e farina, un po’ di buccia di mela. Coprite il contenitore con della pellicola e aspettate che inizi a fermentare (ci saranno delle bollosità nel composto), impiegherà circa una giornata. Se non doveste avere tutto questo tempo, ma non volete comunque rinunciare a questa variante vegana, potete tranquillamente avvalervi del lievito di birra.

Ora passiamo alla preparazione!

1. In una ciotola create la classica fontana con la farina, a cui aggiungerete anche il sale. Versate lentamente l’acqua e impastate. Aggiungete l’olio e.v. e poi il lievito. Nel caso in cui usiate il lievito madre vi basterà inglobarlo all’impasto, se invece optate per quello di birra dovreste precedentemente scioglierlo in acqua e versarlo dolcemente mentre impastate.

2. Infine aggiungete una bella spruzzata di pepe e il formaggio di soia/riso grattugiato precedentemente, ed impastate fino ad ottenere un bel composto omogeneo.

3. Ora copritelo con un telo e lasciatelo lievitare. A prescindere dal tipo di lievito usato più lo lascerete lievitare e migliore sarà il risultato finale, ad ogni modo dovete contare almeno 4-5 ore di lievitazione per il lievito di birra e 7-8 ore nel caso del lievito madre.

4. Una volta che sarete soddisfatti della lievitazione dell’impasto tagliate a dadini tutto ciò che servirà a farcirlo. Il tofu, vi consiglio di metterlo a marinare in olio ed aglio per una ventina di minuti, per poi piastrarlo in padella, risulterà più gustoso! Tutto il resto potete decidere di cuocerlo prima o lasciare la cottura al forno, a seconda del tempo che avete a disposizione.

5. Una volta ultimata la preparazione della farcitura, rimpastate l’impasto aggiungendoli poco a poco, continuando finché non avrete un bel risultato omogeneo. Coprite nuovamente l’impasto e lasciatelo a lievitare per almeno 2-4 ore, se decidete di farlo per più tempo mettetelo in frigo, per evitare che il tutto possa irrancidire!

6. Ultimata anche la secondo lievitazione non vi resta che scaldare il forno a 180°, oliare una bella teglia, ed infornarlo per una mezz’ora.

E a questo punto… bon appetit yellow girls!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *